Distro Linux 32 bit: le migliori scelte per PC datati

Se ti sei tenuto al passo con le ultime distribuzioni Linux, sicuramente avrai notato che il supporto a 32 bit è stato abbandonato dalla maggior parte delle distribuzioni Linux più popolari. Arch Linux, Ubuntu, Fedora, tutti hanno abbandonato il supporto per questa vecchia architettura.

Ma cosa succede se hai ancora in casa o in ufficio qualche hardware vintage che può essere riutilizzato per qualcosa? Non preoccuparti, ci sono ancora alcune opzioni tra cui scegliere per il tuo sistema a 32 bit.

In questo articolo, ho provato a compilare alcune delle migliori distribuzioni Linux che continueranno a supportare il microprocessore a 32 bit per i prossimi anni.

Le migliori distro Linux 32 bit che offrono ancora supporto

Questo elenco è leggermente diverso dai soliti elenchi di distribuzioni Linux per vecchi laptop.

Anche i computer a 64 bit possono essere considerati vecchi se sono stati rilasciati prima del 2010, e questo è il motivo per cui alcuni suggerimenti includevano distribuzioni che ora supportano solo 64 bit.

Le informazioni presentate qui sono state stilate secondo le mie conoscenze, ma se trovi qualche informazione diversa, fatemelo sapere nella sezione commenti.

Prima di andare avanti, suppongo che tu sappia come controllare se hai un computer a 32 o 64 bit.

1. Debian

Debian è una scelta fantastica per i sistemi a 32 bit perché è ancora supportato grazie alla loro ultima versione stabile. Al momento della stesura di questo articolo, l’ultima versione stabile di Debian 10 “Buster” offre una versione a 32 bit ed è supportata fino al 2024.

Se sei nuovo in Debian, vale la pena ricordare che potrai ottenere una ottima documentazione sul loro wiki ufficiale. Quindi, non dovrebbe essere un problema iniziare.

Puoi anche scegliere tra un gran numero programmi di installazione disponibili. Tuttavia, prima di procedere, ti consiglierei di fare riferimento all’elenco delle cose da ricordare prima di installare Debian oltre al suo manuale di installazione.

Requisiti minimi di sistema:

  • 512 MB di RAM
  • 10 GB di spazio su disco
  • Processore da 1 GHz (Pentium 4 o equivalente)

2. Slax

Se vuoi solo avviare rapidamente un dispositivo per un lavoro temporaneo, Slax è un’opzione impressionante.

È basato su Debian ma mira ad essere un’opzione portatile e veloce pensata per essere eseguita tramite dispositivi USB o DVD. È possibile scaricare gratuitamente il file ISO a 32 bit dal loro sito Web o acquistare un DVD riscrivibile/pendrive crittografata con Slax preinstallato.

Ovviamente, questo non intende sostituire un sistema operativo desktop tradizionale.

Requisiti minimi di sistema:

  • RAM: 128 MB (utilizzo offline) / 512 MB (per l’utilizzo del browser web)
  • CPU: i686 o più recente

3. AntiX

Ancora una volta si tratta di una impressionante distribuzione basata su Debian. AntiX è comunemente noto come una distribuzione che si concentra sulle prestazioni pur essendo un’installazione leggera.

È perfettamente adatto per quasi tutti i vecchi sistemi a 32 bit. Per darti un’idea, sono necessari almeno 256 MB di RAM e 2,7 GB di spazio di archiviazione. Non solo è facile da installare, ma l’esperienza dell’utente è focalizzata sia per i neofiti che per gli utenti esperti.

Puoi ottenere l’ultima versione basata sull’ultimo ramo stabile di Debian disponibile.

Requisiti minimi di sistema:

  • RAM: 256 MB di RAM
  • CPU: sistemi PIII
  • Spazio su disco: 5 GB di spazio su disco
Created with GIMP

4. openSUSE

openSUSE è una distribuzione Linux indipendente che supporta anche i sistemi a 32 bit. Anche se l’ultima versione normale (Leap) non offre immagini a 32 bit, la versione rolling release (Tumbleweed) fornisce un’immagine a 32 bit.

Sarà un’esperienza completamente diversa se sei poco esperto; tuttavia, ti suggerisco di esaminare con attenzione i motivi per cui dovresti usare openSUSE.

È principalmente focalizzato per sviluppatori e amministratori di sistema, ma puoi utilizzarlo anche come utente desktop medio. Vale la pena notare che openSUSE non è pensato per funzionare su hardware vintage, quindi devi assicurarti di avere almeno 2 GB di RAM, 40+ GB di spazio di archiviazione e un processore dual core.

Requisiti minimi di sistema:

  • Processore Pentium 4 1.6 GHz o superiore
  • 1 GB di RAM fisica
  • Disco rigido da 5 GB

5. Emmabuntüs

Emmabuntüs è una distribuzione interessante, che mira ad allungare la vita dell’hardware per ridurre lo spreco di materie prime con un supporto a 32 bit. Come gruppo sono anche coinvolti nella fornitura di computer e tecnologie digitali alle scuole.

Offre due diverse edizioni, una basata su Ubuntu e l’altra basata su Debian. Se desideri un supporto più lungo a 32 bit, potresti scegliere l’edizione Debian. Potrebbe non essere l’opzione migliore, ma con una serie di software preconfigurati per rendere l’esperienza di apprendimento di Linux facile e il supporto a 32 bit, è un’opzione decente se vuoi supportare la loro causa.

Requisiti minimi di sistema:

  • 512 MB di RAM
  • Disco rigido: 2 GB
  • Processore Pentium o equivalente

6. NixOS

NixOS è un’altra distribuzione Linux indipendente che supporta sistemi a 32 bit. Si concentra sulla fornitura di un sistema affidabile in cui i pacchetti sono isolati l’uno dall’altro.

Questo potrebbe non essere rivolto direttamente agli utenti medi, ma è una distribuzione utilizzabile basata su KDE con un approccio unico alla gestione dei pacchetti. Puoi saperne di più sulle sue funzionalità dal suo sito web ufficiale.

Requisiti minimi di sistema:

  • RAM: 768 MB
  • 8 GB di spazio su disco
  • Pentium 4 o equivalente

7. Gentoo Linux

Se sei un utente Linux esperto e stai cercando una distribuzione Linux a 32 bit, Gentoo Linux dovrebbe essere un’ottima scelta.

Puoi facilmente configurare, compilare e installare un kernel tramite il gestore di pacchetti con Gentoo Linux, se lo desideri. Non solo sarai piacevolmente impressionato dalla sua configurabilità, per la quale è popolarmente noto, ma sarai anche in grado di eseguirlo senza problemi su hardware datato.

Anche se non sei un utente esperto e vuoi provarlo, leggi semplicemente le istruzioni di installazione e sarai pronto per una nuova avventura.

Requisiti minimi di sistema:

  • 256 MB di RAM
  • Pentium 4 o equivalente AMD
  • 2,5 GB di spazio su disco

8. Devuan

Devuan è ancora un’altra distribuzione senza systemd. Tecnicamente è un fork di Debian, solo senza systemd e incoraggia la libertà di Init.

Potrebbe non essere una distribuzione Linux molto popolare per un utente medio, ma se desideri una distribuzione priva di systemd e il supporto a 32 bit, Devuan dovrebbe essere una buona opzione.

Requisiti minimi di sistema:

  • RAM: 1 GB
  • CPU: Pentium 1.0 GHz

9. Void Linux

Void Linux è un’interessante distribuzione sviluppata indipendentemente da volontari. Mira ad essere un sistema operativo generico, offrendo al contempo un ciclo di rilascio continuo e stabile. Presenta runit come sistema di inizializzazione invece di systemd e offre l’opzione di diversi ambienti desktop.

Ha una specifica dei requisiti minimi estremamente impressionante con solo 96 MB di RAM accoppiati con il chip Pentium 4 (o equivalente). Provalo!

Requisiti minimi di sistema:

  • 96 MB di RAM
  • Processore equivalente Pentium 4 o AMD

10. Q4OS

Q4OS è un’altra distribuzione basata su Debian che si concentra sulla fornitura di un’esperienza utente desktop minima e veloce. Sembra anche essere una delle migliori distribuzioni Linux leggere presenti nella nostra lista. Presenta il desktop Trinity per la sua edizione a 32 bit e puoi trovare il supporto per KDE Plasma nella versione a 64 bit.

Simile a Void Linux, Q4OS funziona anche su un minimo indispensabile di almeno 128 MB di RAM e una CPU da 300 MHz con un requisito di spazio di archiviazione di 3 GB. Dovrebbe essere più che sufficiente per qualsiasi hardware vintage. Quindi, direi, dovresti assolutamente provarlo!

Requisiti minimi per Q4OS:

  • RAM: 128 MB (Trinity Desktop) / 1 GB (Plasma Desktop)
  • CPU: 300 MHz (Trinity Desktop) / 1 GHz (Plasma Desktop)
  • Spazio di archiviazione: 5 GB (Plasma Desktop) / 3 GB (Trinity Desktop)

11. MX Linux

Se hai una configurazione leggermente decente (non completamente vintage ma vecchia), MX Linux è la mia raccomandazione personale per i sistemi a 32 bit. Inoltre è una delle migliori distribuzioni Linux per ogni tipo di utente.

In generale, MX Linux è una fantastica distribuzione leggera e personalizzabile basata su Debian. Hai la possibilità di scegliere tra KDE, XFCE o Fluxbox (che è il loro ambiente desktop per l’hardware più vecchio). Puoi esplorare di più al riguardo sul loro sito web ufficiale e provarlo.

Requisiti minimi di sistema:

  • 1 GB di RAM (2 GB consigliati per un utilizzo confortevole)
  • 15 GB di spazio su disco (consigliati 20 GB).

12. Linux Mint Debian Edition

Linux Mint basato su Debian? Perchè no? In questo modo potrai ottenere la stessa esperienza desktop Cinnamon, ma senza Ubuntu come base. È altrettanto facile da usare e affidabile come Linux Mint basato su Ubuntu.

Potrai ottenere supporto sia per sistemi a 64 bit che a 32 bit; questa dovrebbe essere un’ottima scelta se non vuoi usare una distribuzione Linux che non hai mai sentito nominare sul tuo sistema a 32 bit.

Requisiti minimi di sistema:

  • 1 GB di RAM (2 GB consigliati per un utilizzo confortevole)
  • 15 GB di spazio su disco (consigliati 20 GB)

13. Sparky Linux

Sparky Linux è una delle migliori distribuzioni Linux leggere su misura per i principianti. È facilmente personalizzabile e leggero in termini di occupazione delle risorse.

Offre diverse edizioni in base alle tue esigenze, ma supporta versioni a 32 bit. Considerando che vuoi qualcosa per il tuo vecchio computer, ti consiglio di dare un’occhiata alla sua edizione MinimalGUI a meno che tu non abbia davvero bisogno di un ambiente desktop completo come Xfce o LXQt.

Requisiti minimi di sistema:

  • RAM: 512 MB
  • CPU: Pentium 4 o AMD Athlon
  • Spazio su disco: 2 GB (CLI Edition), 10 GB (Home Edition), 20 GB (GameOver Edition)

14. Mageia

Nata da un fork di Mandriva Linux, Mageia Linux è una distribuzione alimentata dalla comunità che supporta sistemi a 32 bit.

Di solito, otterrai una nuova versione principale ogni anno. Mirano a contribuire con il loro lavoro per fornire un sistema operativo gratuito che sia anche potenzialmente sicuro. Potrebbe non essere una scelta popolare per i sistemi a 32 bit, ma supporta molti ambienti desktop (come KDE Plasma, GNOME), ed è sufficiente installarlo dai suoi repository se necessario.

Dovresti avere la possibilità di scaricare un’immagine specifica dell’ambiente desktop dal loro sito ufficiale.

Requisiti minimi di sistema:

  • 512 MB di RAM (consigliati 2 GB)
  • 5 GB di spazio di archiviazione per installazione minima (20 GB per installazione regolare)
  • CPU: Pentium 4 o AMD Athlon

Altre distribuzioni leggere degne di nota: Funtoo e Puppy Linux

Funtoo è una distribuzione Linux sviluppata dalla comunità, e basata su Gentoo. Si concentra sul fornire le migliori prestazioni con Gentoo Linux insieme ad alcuni pacchetti extra per rendere l’esperienza completa per gli utenti. È anche interessante notare che lo sviluppo è in realtà guidato dal creatore di Gentoo Linux, Daniel Robbins.

Puppy Linux è una piccola distribuzione Linux con quasi nessuna applicazione software in bundle ma con un buon numero di strumenti di base. Se nessun altra distro funziona e vuoi la distribuzione più leggera, Puppy Linux potrebbe essere un’opzione.

Ovviamente, se sei nuovo su Linux, potresti non avere la migliore esperienza con queste opzioni. Tuttavia, entrambe le distribuzioni supportano sistemi a 32 bit e funzionano bene su molti vecchi chipset Intel/AMD. Puoi scoprire di più su queste distro grazie ai loro siti Web ufficiali.

Conclusione

Ho focalizzato l’elenco su distribuzioni basate su Debian e su alcune distribuzioni indipendenti. Tuttavia, se non ti dispiace il supporto a lungo termine e vuoi solo mettere le mani su un’immagine di una distro Linux a 32 bit, puoi provare anche qualsiasi distribuzione basata su Ubuntu 18.04 (o qualsiasi versione ufficiale).

Al momento della stesura di questo articolo, hanno ancora solo pochi mesi di supporto. Quindi, ho evitato di menzionarle insieme alle opzioni principali. Ma, se ti piacciono le distribuzioni basate su Ubuntu 18.04 o uno qualsiasi dei suoi flavour, hai opzioni come LXLE, Linux Lite, Zorin Lite 15 e altre versioni ufficiali.

Anche se la maggior parte dei sistemi operativi desktop moderni basati su Ubuntu ha abbandonato il supporto per il supporto a 32 bit, hai ancora molte scelte a disposizione.