Cos’è una distribuzione a rilascio progressivo (rolling release) ?

Dopo aver capito cos’è Linux e cos’è una distribuzione Linux, quando inizi ad utilizzare Linux, potresti imbatterti nel termine “rolling release” nelle discussioni a tema sui forum.

Nell’ambito del gergo Linux, imparerai a conoscere il modello di rilascio progressivo delle distribuzioni Linux.

Che cos’è una distribuzione rolling release?

Nello sviluppo del software, il rilascio progressivo è un modello in cui gli aggiornamenti di un software vengono continuamente implementati, anziché riunirli in batch di versioni. In questo modo il software rimane sempre aggiornato. Una distribuzione a rilascio progressivo segue lo stesso modello e fornisce l’ultimo kernel Linux e l’ultima versione del software non appena vengono rilasciati.

Arch Linux è l’esempio più popolare di una distribuzione rolling release, tuttavia Gentoo è la più antica distribuzione rolling release ancora in sviluppo.

Quando si utilizza una distribuzione a rilascio progressivo, si ottengono aggiornamenti piccoli ma frequenti. Non ci sono versioni principali della versione XYZ, così come accade con Ubuntu. Se aggiorni regolarmente Arch o le altre distribuzioni rolling release, avrai sempre l’ultima versione della tua distribuzione.

D’altra parte il rilascio progressivo ha anche il costo del test. Potresti avere sorprese quando l’ultimo aggiornamento inizia a creare problemi per il tuo sistema.

Distribuzioni rolling release vs distribuzioni point release

Molte distribuzioni Linux come Debian, Ubuntu, Linux Mint e Fedora seguono il modello di rilascio puntuale. Rilasceranno una versione principale di XYZ ogni pochi mesi/anni.

La point release consiste in nuove versioni del kernel Linux, ambienti desktop e altro software.

Quando viene rilasciata una nuova versione principale di una distribuzione di rilascio puntuale, dovrai fare uno sforzo speciale per aggiornare il tuo sistema. È necessario eseguire il backup, i repository di terze parti sono disabilitati e ci vuole circa un’ora per completare l’aggiornamento.

D’altra parte, continui a ricevere aggiornamenti di nuove funzionalità in una distribuzione a rilascio progressivo man mano che viene rilasciata dagli sviluppatori. In questo modo, non è necessario eseguire un aggiornamento della versione dopo alcuni mesi o anni. Hai sempre le ultime novità.
Oh, ma anche il mio Ubuntu riceve aggiornamenti regolari, quasi settimanalmente. Significa che anche Ubuntu è in fase di rilascio?
No, Ubuntu non è una versione a rilascio continuo. Gli aggiornamenti che di solito ottieni da Ubuntu sono aggiornamenti di sicurezza e manutenzione, ad eccezione di alcuni software come Mozilla Firefox, non di nuove funzionalità.

Ad esempio, GNOME 3.38 è stato rilasciato ma Ubuntu LTS versione 20.04 non ti darà GNOME 3.38. Rimarrà fedele alla versione 3.36. Se ci sono aggiornamenti di sicurezza o manutenzione per GNOME 3.36, li otterrai con i tuoi aggiornamenti di Ubuntu.

Lo stesso vale per la versione di LibreOffice. Ubuntu 20.04 LTS è compatibile con la serie LibreOffice 6.x mentre LibreOffice 7 è già disponibile. Tieni presente che sto parlando di versioni software disponibili nei repository ufficiali. Sei libero di scaricare una versione più recente di LibreOffice dal loro sito Web ufficiale o utilizzare un PPA. Ma non lo otterrai dai repository di Ubuntu.

Quando Ubuntu rilascerà la prossima versione Ubuntu 20.10, otterrai LibreOffice 7 e GNOME 3.38.

Perché alcune distribuzioni a rilascio progressivo hanno “numero di versione” e nomi di rilascio?

Questa è una domanda giusta. Arch Linux è una versione continua, che mantiene sempre aggiornato il tuo sistema e tuttavia vedrai qualcosa come il numero di versione di Arch Linux 2020.9.01.

Ora immagina di aver installato Arch Linux nel 2018. Aggiorni regolarmente il tuo sistema Arch Linux, in modo da avere l’ultimo kernel e tutto il software più recente a settembre 2020.

Ma cosa succede se si decide di installare Arch Linux a settembre 2020 su un nuovo sistema? Se utilizzi lo stesso supporto di installazione che hai utilizzato nel 2018, dovrai installare tutti gli aggiornamenti di sistema rilasciati negli ultimi due anni o più. È scomodo, vero?

Questo è il motivo per cui Arch Linux e altre distribuzioni a rilascio progressivo forniscono una nuova ISO (file immagine del programma di installazione del sistema operativo) con tutto il software più recente ogni mese o ogni pochi mesi. Questo è chiamato aggiornamento ISO. Pertanto, i nuovi utenti ottengono una copia più recente della distribuzione Linux.

Se stai già utilizzando una distribuzione rolling release, non devi preoccuparti della nuova ISO aggiornata. Il tuo sistema è già alla pari con esso. L’aggiornamento ISO è utile per le persone che lo installeranno su un nuovo sistema.

Pro e contro delle distribuzioni rolling release

Il vantaggio del modello a rilascio progressivo è che ottieni aggiornamenti piccoli ma più frequenti. Hai sempre l’ultimo kernel e le ultime versioni del software disponibili dai repository della tua distribuzione.

Tuttavia, questo potrebbe anche portare problemi imprevisti con il nuovo software. Il rilascio puntuale di solito testa i componenti essenziali per l’integrazione del sistema per evitare bug fastidiosi. Questo non è il caso della distribuzione a rilascio progressivo, poiché il software viene implementato non appena viene rilasciato dai loro sviluppatori.

Dovresti usare la distribuzione rolling release o point release?

Dipende da te. Se sei un nuovo utente Linux o se non ti senti a tuo agio nella risoluzione dei problemi del tuo sistema Linux, attieniti a una distribuzione point release a tua scelta. Questo è consigliato anche per le macchine di produzione e mission-critical. Per loro, stai meglio con un sistema stabile.

Se desideri il kernel e il software Linux più recenti e migliori e non hai paura di dedicare del tempo alla risoluzione dei problemi (succede di tanto in tanto), puoi scegliere una distribuzione a rilascio progressivo.

A questo punto, vorrei menzionare anche il modello di rilascio ibrido a rotazione di Manjaro Linux. Manjaro segue un modello di rilascio progressivo, in cui non è necessario aggiornare il sistema a una versione più recente. Tuttavia, Manjaro esegue anche test dei componenti software essenziali invece di distribuirlo ciecamente agli utenti. Questo è uno dei motivi per cui così tante persone usano Manjrao Linux.

Conclusione

Spero che tu abbia una comprensione leggermente migliore del termine “distribuzione a rilascio progressivo” ora. Se hai ancora dei dubbi in merito, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti esaurientemente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.